Esportatori di conflitti di interessi

C’è una ragione per cui non si è mai riusciti a scrivere una legge decente per regolare situazioni di conflitto di interessi in politica. Quella ragione non è stata Berlusconi, nonostante abbia rappresentato il caso più eclatante ed esemplare di ciò che il conflitto di interessi significhi e possa comportare.

La ragione per cui non è mai affrontata seriamente la questione, nè da destra nè da sinistra, e non lo saraà dai 5 stelle, è che il conflitto di interessi è parte integrante del funzionamento, o malfunzionamento di tutto il paese.

Il nostro è un paese a conduzione familiare, è una piccola e media impresa. Siamo tutti parenti, abbiamo tutti famiglia. Separare il lavoro, gli affari, la professione, dalla parentela, dall’amicizia è pressochè impossibile. La famiglia prima di tutto.

Non è assolutamente concepibile pensare di escludere la propria moglie o il proprio marito da un incarico pubblico solo per il fatto di ricoprire un ruolo che ci permette di scegliere a chi affidare quell’incarico. D’altra parte sarebbe una ingiusta discriminazione no? Perché mai mio padre, fratello, moglie, cugino, marito dovrebbe essere escluso dall’assegnazione di tale incarico? Perchè mai dovrei fare dei colloqui per assumere qualcuno in un’impresa privata quando conosco amici, amiche, fidanzati, fidanzate che hanno bisogno di lavorare? Pensate se per assurdo dovessimo assegnare un incarico o un lavoro ad una persona che non conosciamo, magari proveniente da un altro paese, solo perché ha il giusto curriculum o delle esperienze nel settore? Ma siamo matti? Perché mai dovrei rinunciare ad occuparmi di banche solo perché mio padre casualmente ci lavora? O perché mai il fatto che mio padre lavora o ha delle responsabilità nel sistema bancario dovrebbe impedirmi di intraprendere una carrier politica che mi potrebbe portare a prendere delle decisioni sul settore bancario?

Che forse Alessandro Gasmann non avrebbe dovuto fare l’attore perché lo ha fatto il padre? O Michael Douglas? O i seicento figli di Bob Marley? Che Paolo Maldini avrebbe dovuto fare il ragioniere perché il padre era stato calciatore e selezionatore della nazionale?

Questa storia del conflitto di interessi è francamente ridicola, abbiamo esportato in tutto il mondo un modello in cui il conflitto e gli interessi coincidono, dovremmo andarne fieri, brevettarlo, come il parmigiano o il chianti, invece di vergognarci dei nostri fiori all’occhiello.

Ci sarà un tempo in cui la gente verrà in Italia ad imparare come si fa.

Maria-Elena-Boschi-892x505

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s